Lunedì, 04 Maggio 2015 09:08

Podere Il Carnasciale

Il Caberlot cresce nelle colline tra l'Appennino toscano e quelle del Chianti Classico, a Mercatale Valdarno in provincia di Arezzo, in un paesaggio che è stato coltivato dall'uomo fin dall'antichità.


Podere Il Carnasciale come azienda di famiglia è gestita da Bettina e Moritz Rogosky, in stretta collaborazione con i enologi Peter Schilling e Marco Maffei. La consulenza esterna è affidata all'agronomo Remigio Bordini.

BettinaRogosky

Tre fattori sono importanti per Il Caberlot: la varietà, il suo terroir, il nostro lavoro nel vigneto.


Il vitigno ‘Caberlot’ è stato scoperto nei primi anni sessanta in un vecchio vigneto vicino a Padova. Combina le caratteristiche di Cabernet Franc con quelle di Merlot, si tratta di un incrocio spontaneo, un ibrido, oggi coltivato esclusivamente al Podere Il Carnasciale.


La proprietà si compone di tre ‘lieux-dits’ situate in vari micro-ambienti, su terreni rocciosi e pendenti. I vigneti contano una superficie totale di 3,1 ettari e sono piantati unicamente con varieta Caberlot ad alta densitá. La loro messa a dimora risale alle annate 1986, 1999 e 2004. I terreni sono lavorati a mano con minimi interventi, e unicamente con prodotti biologici.

Podere Il Carnasciale

 

Due ‘climats’ in più sono stati piantati nel 2011 e 2013, per il futuro.


La vendemmia inizia al momento dell’ottima maturazione fenolica delle uve, con un `tri´ manuale nei vigneti. La resa rimane al di sotto di 30hl per ettaro.

In cantina lavoriamo in modo molto poco invadente. L´uva e diraspata e il mosto viene fermentato in piccole vasche di acciaio inox a temperatura controllata. Il contatto delle bucce con il mosto è ottenuto con follatura manuale. L'uso dei solfiti si attiene ad un minimo rigoroso.

MarcoMaffei PeterSchilling PodereIlCarnasciale

La fermentazione malolattica e l´affinamento si svolgono in barriques e fûts di rovere francese, nuove al 70% e scelte con cura, per un periodo di 22 mesi.

A seguito di tale affinamento avviene una degustazione qualitativa delle singole barrique che deciderà l'assemblaggio per la composizione del Caberlot e del Carnasciale. L'imbottigliamento solo in magnum e doppia-magnum per il Caberlot è seguito da altri 18 mesi di maturazione nella cantina, per il Carnasciale si utilizza la bottiglia da 0,75 e l'affinamento è di 6 mesi.

Produciamo circa 3.500 magnum di Caberlot, numerati a mano da Bettina. Oggi, le assegnazioni dei vini della proprietà partono per 27 paesi nel mondo.

La vinificazione è guidata dalla ricerca del espressione del vitigno nell´annata, sempre con precisione, freschezza ed eleganza.

 Degustazione2011

 

Podere Il Carnasciale is situated in the southern Chianti mountains in the Valdarno region of Tuscany, thirty kilometers north of Siena and Arezzo, and sixty kilometers south of Florence.

 

The secluded hilltop estate is run today by Bettina and Moritz Rogosky, in close collaboration with the enologists Peter Schilling and Marco Maffei.

 

The variety, or rather biotype, Caberlot, was first identified in the late 1960´s in an abandoned vineyard near Padua by the agronomist Dr. Remigio Bordini. While the grape has the organoleptic characteristics of Cabernet Franc, its ampelographic profile however is closer to that of Merlot, leading us to assume that the loose-cluster Caberlot is a natural crossing of the two varieties, a hybrid.

 

After meeting Bordini and the renowned enologist Vittorio Fiore in the early 1980’s, and following the bitter frost of 1985, Wolf Rogosky set out to produce a great wine of truly unique character. The first vineyard ‘Carnasciale’, a mere 0,3 hectares, was planted in 1986 in high density spacing of 11.000 vines per hectare. The autochtonous terroir, stony and on slope, had seen nothing but olive trees for over two hundred years. Two further plots have been planted since, ‘Selva’ in 1999 and ‘Vincaie’ in 2004, and are in cultivation today. In order to pursue our experience with the variety, the ‘Tamara’ and ‘Soldani’ vineyards were planted in 2011 and 2013, for a total vineyard surface of about 4,5 hectares, of which 3,1 are in production today.

 

The Caberlot variety is cultivated exclusively at Podere Il Carnasciale, and we are what one could call a ‘haute couture’ winery, where extreme care and craft go to detail, precision and quality. Our work in the vineyards is carried out with the utmost respect for the soil and the plants, with minimal intervention, and entirely manually. Pruning, budding and leaf-management are all done by hand. We do not employ chemical fertilizers or pesticides, and all eventual sanitary treatments are natural. The grounds are labored, with partial greening.

 

The harvest begins at phenolic ripeness of the grapes, in several passes and entirely by hand. We ensure perfect sanitary conditions with a severe selection, carried out in the vineyard, grape by grape, with the motto ‘what you would not put into your mouth, does not go into the wine’. The small baskets are cooled until they are brought to the cellar, and our yields do not exceed 25-30hl per hectare.

 

The grapes are kept cool and, after destemming, are left to gently ferment in small stainless steel vats (10hl) with temperatures kept below 28-30°C. The cap formed by the mash is broken twice daily, with a wooden cross, in order to favor the contact between the skins and the juice.

 

In the cantina, we believe in minimally invasive, hands-off enology, allowing for the fruit, the vintage and the distinctive characteristics of each vineyard to play the leading roles. Elegance, typicity and tension are what we look for in our wines.

 

The yields from each vineyard and each picking-day are fermented individually. The use of sulfites is kept to a strict minimum. The malolactic fermentation in barrel is followed by ageing in carefully selected french fûts and barriques, of which 70% are new, two-thirds Tronçais oak and one third Allier and Vosges, blonde to medium toast. We keep the wines in wood for a period of 22 months, racking them only once.

 

A tasting of each barrel is conducted in the June, prior to the bottling in September, to select the most complex wines, built to age, for Il Caberlot, and the more approachable wines, to be labelled as Carnasciale.

 

Il Caberlot is bottled manually and unfiltered in magnums (solo magnum!) which are matured a further 18 months in our cellar, prior to their release. Carnasciale, having seen the same vinification and care as Il Caberlot, is a true second wine, and is released 6 months after having been filled in 0,75l bottles.

 

We produce about 3.500 magnums of Il Caberlot, all hand-numbered by Bettina, and about 6.000 bottles of Carnasciale, with 1988 being the first vintage for Il Caberlot, and 2000 the first vintage of Carnasciale.

 

The olives we pick by hand at the end of the month of October (Leccino, Pendolino, Frantoio) produce an exceptional oil, pressed under vaccum, and filled in small stoneware bottles. Quantity unfortunately is very limited.

 

Italy represents an important market for the estate, but allocations of Il Caberlot go out to 27 countries around the globe.

 

Informazioni aggiuntive

Indirizzo: Loc. Mercatale Valdarno 52020 (AR)
Comune: Bucine
Vallata: Valdarno
Tel: +39 055 99 111 42
Fax: +39 055 99 29 57
Cell.: +39 328 224 4927
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
sito web: http://www.caberlot.eu
Ettari di vigneto: 4,5
Tipo di vitigni: caberlot
Altri prodotti aziendali: Olio di Oliva
Acquisto in azienda: no
Nome del Vino: il caberlot 2011
Denominazione: Toscana IGT Rosso
Vitigni: caberlot 100%
Bottiglie prodotte: 3.500 magnum
Altitudine: tra 200 e 425 mt slm
Terreno: 4 appezzamenti tendenzialmente ricchi di scheletro e sabbie
Età dei vigneti: tra 30 e 10 anni
Sistema di allevamento: guiot alberello cordone con cortina alta e cordone tradizionale
Produzione per ettaro: 30 hl
Maturazione: 22 mesi barrique legno francese 70% nuove
Affinamento: 18 mesi bottiglia magnum
Colore: rosso intenso con riflessi violacei
Profumo: nota caratteristica è il pepe bianco al quale si aggiungono i descrittori di frutti di sottobosco maturi oltre che tabacco
Sapore: gusto complesso pieno vinoso ma allo stesso tempi fresco e schietto
Gradi alcolici: 14%
Temperatura di servizio: 15°/17°
Accostamenti: carni rosse alla brace anche con note piccanti, primi piatti a base di selvaggina, abbinamento ad un piatto della tradizione della zona stufato alla sangiovannese o piu in generale tutte le carni stufate
Enologo: Peter Schilling e Marco Maffei
Altre etichette: carnasciale igt toscana / circa 6000 bottiglie
Immagine vino: Immagine vino

Informazioni aggiuntive

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione. Cliccando ACCETTA acconsenti al loro impiego. Per maggiori informazioni leggete la nostra Informativa Cookies e Privacy Policy Informativa Cookies e Privacy Policy